Senza dubbio, la cucina di Lima ha saputo conquistarsi un’eccellente e meritata fama come una delle migliori capitali gastronomiche del mondo: oltre a essere la sede della fiera gastronomica più importante dell’America Latina, la sua varietà è una gioia sia per il palato degli autoctoni che dei turisti.

Con i suoi piatti icona, il ceviche e il tiradito, Lima è una meta che attrae gli amanti della buona tavola.

La sua gastronomia è il risultato di varie influenze, come quella africana, quella indigena e quella cinese.

Tutto si fonde in deliziosi piatti che catturano persino i palati più esigenti.

Lima

Capitale del gusto e della buona tavola. Lima possiede una gran varietà di piatti tipici offerti in luoghi tanto diversi come alberghi a 5 stelle, ristoranti, cebicheria, pollerie, mercati, “huariques” e chifa (ristoranti di cucina cinese).Trasformata nella tavola principale della cucina regionale, è inoltre la sede della fiera gastronomica più importante di America Latina: Mistura.

La sua cucina cattura i palati con un’ampia selezione di piatti, in cui il pesce è uno degli ingredienti principali e il ceviche, un orgoglio nazionale.Il tiradito, una versione di ceviche senza cipolla, e la parihuela, brodo di pesce con frutti di mare, sono tipici piatti di mare.La lunga lista comprende riso con frutti di mare, pesce alla chorrillana, capesante alla parmigiana, choritos a la chalaca (cozze cilene con pomodoro cipolla e mais) jalea mista (tocchetti di pesce fritti), tequeños ripieni di polpa di granchio, causa (tortino di patate) ripieno di tonno, riso chaufa (riso fritto con verdure) di pesce, pasta con salsa ai frutti di mare, ecc.

La presenza africana ha apportato alla nostra cucina l’uso di frattaglie di manzo che hanno dato vita ai famosi anticuchos, spiedini di cuore di manzo fritto su griglie a carbone, il cau cau, uno stufato di trippa e patate e il tacu tacu, fagioli cotti mescolati con riso, con carni o frutti di mare come ripieno o come condimento.

La fusione indigeno-spagnola ha creato piatti come la causa limegna, un purè di patate ripieno di carne di pollo, frutti di mare o avocado e pomodoro, il tamal, mais cotto, macinato, condito e farcito con carne di gallina o di maiale; l’ají di gallina, uno stufato di peperoncino, latte, pane e spezie con petti di pollo sminuzzati.

Anche l’influenza cinese ha dato vita nuove proposte culinarie che, indubbiamente, compiacciono il palato con deliziosi piatti come il riso chaufa, lessato e fritto in salsa di soia con pezzettini di pollo, maiale, uovo e cipollotti; e il lomo saltado, dove patate, carne, cipolla, pomodoro e peperoncini vengono saltati assieme in padella, condito con salsa di soia.

I dolci sono un’altra fonte di inventiva. La mazamorra morada (budino di mais viola), il risolatte, il suspiro a la limeña, il torrone di doña Pepa e i picarones rappresentano il lato dolce che accompagna il pasto. La bevanda di mais viola, nota come chicha morada, la birra e la Inca Kola, acqua gassata di colore giallo, sono bevande tradizionali di Lima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...